Referendum abrogativi

Pagina in aggiornamento

Il 12 giugno 2022 si terranno 5 Referendum abrogativi in materia di giustizia. Le operazioni di voto inizieranno domenica 12 alle ore 7 e termineranno alle ore 23.

Il referendum

Cos’è un referendum abrogativo?

Previsto dall’Articolo 75. della Costituzione Italiana, un referendum popolare può essere indetto per deliberare l’abrogazione, totale o parziale, di una legge o di un atto avente valore di legge, quando lo richiedono 500.000 elettori o 5 Consigli regionali. Non è ammesso il referendum per le leggi tributarie e di bilancio, di amnistia e di indulto, di autorizzazione a ratificare trattati internazionali. La proposta soggetta a referendum è approvata se partecipa la maggioranza degli aventi diritto, e se è raggiunta la maggioranza dei voti validamente espressi.

Chi può votare

Possono votare tutti i cittadini italiani iscritti nelle liste elettorali del Comune e che avranno compiuto 18 anni entro il 12 giugno 2022. Per i cittadini residenti fuori dall’Italia sono previsti particolari indicazioni, descritte nella sezione dedicata al voto estero.

I quesiti

  • Abrogazione del Testo unico delle disposizioni in materia di incandidabilità e di divieto di ricoprire cariche elettive e di Governo conseguenti a sentenze definitive di condanna per delitti non colposi. Leggi il Decreto con il quesito

  • Limitazione delle misure cautelari: abrogazione dell’ultimo inciso dell’art. 274, comma l, lettera c), codice di procedura penale, in materia di misure cautelari e, segnatamente, di esigenze cautelari, nel processo penale. Leggi il Decreto con il quesito

  • Separazione delle funzioni dei magistrati. Abrogazione delle norme in materia di ordinamento giudiziario che consentono il passaggio dalle funzioni giudicanti a quelle requirenti e viceversa nella carriera dei magistrati. Leggi il Decreto con il quesito

  • Partecipazione dei membri laici a tutte le deliberazioni del Consiglio direttivo della Corte di cassazione e dei consigli giudiziari. Abrogazione di norme in materia di composizione del Consiglio direttivo della Corte di cassazione e dei consigli giudiziari e delle competenze dei membri laici che ne fanno parte. Leggi il Decreto con il quesito

  • Abrogazione di norme in materia di elezioni dei componenti togati del Consiglio superiore della magistratura. Leggi il Decreto con il quesito