Interventi su minori con provvedimenti dell’Autorita’ giudiziaria

Responsabile del procedimento e soggetto competente per adozione atto finale

Dirigente del Settore Servizi Sociali – Dott.ssa Maria Giustina Raciti

E-mail: giustina.raciti@comune.cernuscosulnaviglio.mi.it – Telefono: 02/92.78.291

 

Soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo

Segretario Generale – Dott.ssa Mariagiovanna Guglielmini

E-mail: mariagiovanna.guglielmini@comune.cernuscosulnaviglio.mi.it – Telefono: 02/92.78.230

 

CIVILE

 

Cos’e’

L’Autorità Giudiziaria dispone interventi a tutela del minore in situazione di pregiudizio attraverso diversi possibili provvedimenti, dando mandato ai servizi sociali territoriali.

 

Cosa offre

I servizi sociali comunali attivano servizi ed interventi disposti dall’Autorità Giudiziaria, assumendo anche il ruolo di ente affidatario o tutore, nei casi di grave pregiudizio o abbandono, finalizzati a garantire la cura e la protezione del minore.

 

A chi si rivolge

Il servizio si rivolge a minori e famiglie in situazioni temporanee di disagio psico-sociale, che siano oggetto di provvedimenti dell’autorità giudiziaria. Il servizio è esteso ai minori di anni 21 nel caso in cui il Tribunale disponga il prosieguo amministrativo degli interventi attivati.

 

PENALE

 

Cos’e’

Nell’ambito del processo penale minorile l’Autorità Giudiziaria può disporre l’affidamento all’ente (DPR 448/1988) del minore imputato di reato, o comunque il servizio sociale viene chiamato a collaborare con i servizi minorili dell’amministrazione della giustizia per attività di sostegno e controllo sul minore.

 

Cosa offre

Il servizio sociale comunale dispone, in collaborazione con i servizi minorili dell’amministrazione della giustizia, con altre agenzie pubbliche e private del territorio, progetti per lo svolgimento delle opportune attività di osservazione, trattamento e sostegno del minore, al fine di attuare la “messa alla prova” che sospende l’iter processuale. L’esito positivo della prova estingue il reato.

 

A chi si rivolge

A minori coinvolti in procedimenti penali.

 

 

  • Documenti
Nome File Descrizione Dimensione
SETTORE SERVIZI SOCIALI: “REGOLAMENTO GENERALE DI ACCESSO AI SERVIZI E COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA DA PARTE DELL’UTENZA”

1 MB