Scuole: lavori in corso e fondi comunali a disposizione per assicurare ad alunni e famiglie la prima campanella per tutti e in sicurezza

Investimenti per 1,5 milioni di euro con l’obiettivo di riorganizzare aule e ingressi, acquistare arredi e materiale, e mettere a disposizione risorse economiche aggiuntive per coprire eventuali servizi ad integrazione di quelli previsti dalle scuole, nel caso ce ne fosse bisogno.

 

Anche il mese di agosto è stato segnato da lavori e tavoli di confronto da parte di Amministrazione comunale, uffici tecnici e dirigenti scolastici per poter affrontare al meglio l’inizio dell’anno scolastico ormai alle porte.

Sul piano dei lavori, sono in corso in questi giorni diversi cantieri che prevedono, oltre a opere e riqualificazioni già previste dal cronoprogramma dei lavori pubblici dell’anno in corso, anche diversi interventi specifici per far si che gli edifici scolastici rispondano alle prescrizioni previste dal Ministero in materia di contenimento dei contagi da Covid-19.

 

“L’investimento totale sui lavori in corso è di circa 735mila euro – sottolinea il Sindaco Ermanno Zacchetti, che detiene anche la delega ai Lavori Pubblici -. Uno stanziamento importante accompagnato da un grande sforzo da parte degli uffici tecnici comunali che sono riusciti a progettare e assegnare, oltre ai lavori già in programma, anche interventi straordinari concordati con i dirigenti scolastici nelle ultime settimane e atti a rendere aule, ingressi e spazi comuni sicuri e funzionali. Il clima di incertezza generale sulla ripartenza della scuola è certamente palpabile e come amministrazione ci rendiamo conto che possiamo fare solo una piccola parte per dare certezze a ragazzi e genitori, e vogliamo farla fino in fondo. Il lavoro di confronto costante che abbiamo portato avanti fin da giugno, ci ha però permesso di assicurare insieme ai dirigenti scolastici la presenza di tutti gli alunni nelle scuole senza turni e senza escludere nessuno. Pensiamo che questo sia già un grande risultato raggiunto insieme”.

Per quanto riguarda i lavori in corso o in fase di realizzazione, hanno preso il via in questi giorni gli interventi di creazione di nuovi percorsi nelle parti esterne degli edifici per permettere il distanziamento in ingresso degli alunni del plesso scolastico di via Don Milani e di Piazza Unità d’Italia, dell’asilo di via Dante e della scuola dell’infanzia di via Lazzati. Saranno poi realizzati nuovi spazi didattici nella scuola primaria di via Don Milani, acquistati nuovi arredi e adattati gli spazi di entrambe le segreterie sempre nel rispetto delle norme anti-Covid. Già previsti dal programma dei lavori pubblici, poi, alcuni interventi nella scuola di via Manzoni con la sistemazione dei bagni del primo piano e della palestra (a conclusione dei lavori già eseguiti due anni fa sul piano secondo), il rifacimento del cortile e della pavimentazione esterna insieme anche alla copertura della scuola. Nel plesso scolastico di via Don Milani è poi in fase di realizzazione un nuovo sistema di illuminazione ed è in corso il rifacimento del controsoffitto del saloncino, che sarà adibito anch’esso ad aule.

 

Per quanto riguarda l’organizzazione didattica e il supporto da parte del Comune alle scuole nel caso in cui vi fossero necessità specifiche, nell’ultimo consiglio comunale di luglio è stato approvato uno stanziamento di 810mila euro per l’intero anno scolastico (di cui 360mila euro per il 2020) così da garantire azioni di sostegno al tempo scuola, il cui utilizzo è però ancora in via di definizione, anche alla luce delle ultime indicazioni da parte degli organismi superiori.

 

“In questi giorni i dirigenti scolastici stanno definendo gli ultimi dettagli sugli orari e l’organizzazione della didattica: a loro abbiamo ribadito la nostra disponibilità a supportare con l’investimento deliberato dal consiglio comunale quelle azioni che come amministrazione possiamo sostenere come ad esempio le ore di vigilanza durante il tempo mensa attraverso l’impiego di educatori esterni – spiega l’assessore ai Servizi Educativi Nico Acampora -. Tengo a sottolineare che grazie al lavoro avviato fin da giugno insieme ai dirigenti scolastici e agli uffici tecnici e scuola del Comune, tutti i bambini e i ragazzi di Cernusco sul Naviglio potranno tornare a scuola in contemporanea e nelle proprie strutture scolastiche con cambiamenti minimi rispetto a un tradizionale anno scolastico per loro e per le famiglie. Anche gli asili nido riprenderanno il 7 settembre garantendo come lo scorso anno 140 posti per bambini da 0 a 3 anni con l’obiettivo di sostenere i più piccini e i loro genitori impegnati al lavoro. Con lo stesso spirito e con lo stesso obiettivo, stiamo lavorando in queste settimane per assicurare che anche il trasporto scolastico possa rispondere a tutte le richieste pervenute, che al momento sono circa 130, in sicurezza e senza escludere nessuno”.