Un bando di sostegno alle famiglie in difficoltà: stanziati 200mila euro, al via le domande a partire dal 20 luglio e fino al 31 agost

Un sostegno alle famiglie in difficoltà a causa degli effetti della pandemia, a cui tendere la mano economicamente ma anche con un percorso di accompagnamento, ascolto e costruzione per il futuro.

Apre lunedì 20 luglio e rimarrà accessibile fino al prossimo 31 agosto il bando del valore complessivo di 200mila euro messi a disposizione del settore Servizi sociali del Comune di Cernusco sul Naviglio nella Giunta di mercoledì scorso e rivolto ai nuclei familiari in difficoltà a causa della perdita o della riduzione del lavoro. Duplice l’obiettivo: dare sostegno temporaneo al reddito a quei nuclei familiari che hanno necessità di coprire spese primarie (come affitto, utenze, spese di prima necessità) e allo stesso tempo offrire loro un percorso di educazione finanziaria personalizzata che fornisca loro strumenti maggiori e sostegno di esperti per ripartire nel miglior modo possibile dopo il momento di difficoltà appena trascorso.

“Con questo bando abbiamo voluto lanciare un segnale preciso: non assegnare bonus a fondo perduto per poi ‘dimenticarci’ di chi li richiederà, ma fornire loro anche strumenti che permettano di ripartire con maggiore consapevolezza e sicurezza nelle proprie capacità di organizzazione economica familiare – spiega l’assessore alle politiche SocialiDaniele Restelli -. Il fondo prevede un ingente stanziamento, commisurato all’emergenza e alle ipotesi fatte dagli uffici sulle domande che potrebbero pervenire. E’ un investimento importante ma non è fine a sé stesso: siamo convinti che erogare fondi e accompagnare le persone che ne hanno bisogno in un percorso di sostegno anche per il futuro, possa essere la giusta via per aiutare davvero chi si trova in difficoltà. Attraverso la figura, già attiva nel nostro Distretto, degli educatori finanziari, gli interessati potranno ricevere consigli sulla ristrutturazione di eventuali debiti, sull’accesso ad altre misure di sostegno che il Governo e la Regione metteranno in campo e su altri temi legati all’economia della propria famiglia”.

Tra i requisiti richiesti, oltre la residenza anagrafica a Cernusco sul Naviglio, anche un Isee in corso di validità non superiore a 20.000 euro e la perdita del lavoro di uno dei componenti del nucleo o la forte riduzione del salario/fatturato oltre il 35% a partire dall’1 marzo 2020. Potrà essere presentata una sola domanda per ogni nucleo famigliare e l’importo erogabile varierà da 1000 a 3000 euro a seconda del numero di componenti del nucleo stesso; il beneficio economico riconosciuto è utilizzabile esclusivamente per la gestione di spese primarie come affitto, mutuo prima casa, utenze domestiche, acquisto beni di prima necessità. (Per info:ssociali1@comune.cernuscosulnaviglio.mi.it – 029278243 – 362).

“Dopo i mesi di emergenza sanitaria, ormai da diverse settimane tutti gli assessorati e gli uffici sono al lavoro per la ripartenza individuando bisogni e reperendo risorse per soddisfarli – sottolinea il Sindaco Ermanno Zacchetti-: questa misura in particolare è da considerarsi davvero di natura straordinaria perché non rimodula i fondi destinati all’azione già importante dei nostri Servizi Sociali e che dunque rimane dunque intatta, ma ne mette a disposizione di aggiuntivi, reperiti in parte grazie al contributo di CAP ai Comuni e in parte con la rinegoziazione dei mutui di Cassa Depositi e Prestiti decisa dal nostro Comune lo scorso maggio proprio per liberare disponibilità economiche per fronteggiare l’emergenza. Dopo le prime misure messe in campo con grandi sforzi e investimenti economici importanti, quali l’avvio dei centri estivi comunali per un importo di 400mila euro, la sospensione della Tosap da marzo a ottobre per ristoratori, bar e artigiani del food (con un ampliamento considerevole delle misure base previste dal governo), questo bando va ora a rispondere alle esigenze delle famiglie. Non ci fermiamo qui: nelle variazioni al Bilancio che saranno discusse nel prossimo Consiglio Comunale di luglio ci saranno altre misure rivolte al mondo dello sport, a quello delle aziende e ancora al sostegno alle scuole e alle famiglie”.